Newsletter


Nome:

Email:

Chi è online

 70 visitatori online

Sei il visitatore n.



Archivio Notizie

Fornitura ed installazione di impianto - Progetto Biocolor PDF Stampa
Mercoledì 12 Settembre 2012 09:06

CONSORZIO PER L’AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI GELA

IN LIQUIDAZIONE

BANDO DI GARA  PER PROCEDURA APERTA

(Decreto Legislativo 12 aprile 2006 n. 163 art. 55 comma 5)

 

CUP  G66D11000470009 - CIG 4462642

 

 

Fornitura ed installazione di impianto pilota per la “produzione ed estrazione di coloranti naturali da residui della produzione del pomodoro e colture cellulari fotosintetiche” nell’ambito del progetto denominato “Biocolor”, da installare nel comune di Gela (CL)

 

 

  1. STAZIONE APPALTANTE: Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Gela, in Liquidazione – Zona Industriale – 93012 Gela (CL) – telefono 0933913480, fax 0933921483 - E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

  1. PROCEDURA DI GARA: Procedura aperta da esperirsi ai sensi del D.lgs. n. 163/2006 e s.m.i., con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 83 del D.lgs. n. 163/2006 e s.m.i..

 

  1. DESCRIZIONE FORNITURA – IMPORTO COMPLESSIVO:

3.1   Descrizione: Nell’ambito del progetto “Biocolor” è prevista la realizzazione di un impianto pilota dedicato alla produzione di colture liquide di microrganismi fotosintetici per mezzo del pre-trattamento delle biomasse vegetali ed algali e delle frazioni solide ottenibili dai residui del pomodoro, con conseguente estrazione dei prodotti (denominati estratti), necessari per sviluppare un’innovazione di processo e una possibile diversificazione  di prodotto. L’impianto di cui al presente bando, dovrà consentire il raggiungimento dei seguenti obiettivi, già positivamente valutati dalla Regione Sicilia in sede di concessione dell’aiuto:

  1. Recupero di coloranti ed estratti naturali da scarti di origine vegetale, quali per esempio, bucce e scarti del pomodoro e da colture algali dedicate;

  2. Creazione di una stretta collaborazione fra tutti gli attori della “filiera” agro-alimentare;

  3. Trasferimento delle ultime tecnologie di trasformazione industriale (mild-technologies) con la finalità di ottenere prodotti sicuri e con caratteristiche innovative;

  4. Ottenimento di un accurato studio relativo a nuove applicazioni e mercati su estratti vegetali ottenuti da sottoprodotti dell'industria alimentare.

Per il raggiungimento dei suddetti obiettivi dovrà essere progettato, fornito e collaudato il seguente sistema di impianti:

-    Fornitura di un impianto a scala pilota per una coltivazione di biomassa.

-    Fornitura di un impianto a scala pilota per il pre-trattamento delle biomasse vegetali ed algali ed estrazione e conservazione del prodotto, così come descritti nel disciplinare di gara ed allegati.

3.2   Importo complessivo della fornitura ed installazione (comprensivo degli oneri per la sicurezza): Euro 197.000,00 (centonovantasettemila/00) oltre I.V.A., di cui euro 189.908,00 (centoottantanoveomilanovecentootto/00) soggetti a ribasso ed euro 7.092,00 (settemilanovantadue/00) oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso;

3.3   Il prezzo si intende offerto per fornitura e installazione degli impianti pilota per la “produzione ed estrazione di coloranti naturali da residui della produzione del pomodoro e colture cellulari fotosintetiche, installati e tecnicamente funzionanti, compreso gli allacci tecnici, resa franco di ogni rischio, tassa ed imposta (solo I.V.A. esclusa). Sono altresì a carico della ditta fornitrice trasporto dei materiali, eventuale imballo, scarico dei materiali, elaborati grafici definitivi degli impianti, tutte le utilities per i necessari allacciamenti (energia elettrica, acqua, predisposizione allacciamento rete di riscaldamento e raffreddamento, etc.), elaborati grafici per l’esecuzione delle opere murarie, PSS piano di sicurezza sostitutivo ovvero POS piano operativo di sicurezza, le certificazione di legge;

3.4 E’ data possibilità di visionare preventivamente i locali destinati all’impianto pilota previo appuntamento da concordare al  numero telefonico 0933913480;

 

  1. TERMINE DI ESECUZIONE: giorni 90 (novanta) naturali e consecutivi decorrenti dalla data di stipula del contratto.

 

  1. DOCUMENTAZIONE: il bando di gara e la relativa documentazione complementare è visionabile   presso i locali del Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Gela, in Liquidazione, Zona Industriale - 93012 Gela (CL) - nei giorni feriali dalle  ore  10.00 alle  ore 12.00,  sabato  escluso. Il bando di gara e i relativi allegati, sono, altresì, disponibili sul sito internet della stazione appaltante www.asigela.it.

 

  1. TERMINE, LUOGO DI ESECUZIONE, MODALITA’ DI PRESENTAZIONE E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE:

 

6.1.    Termine di presentazione delle offerte: ore 10.00 del giorno  30/10/2012, pena l’esclusione;

6.2.    Indirizzo: Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Gela, in Liquidazione, Zona Industriale - 93012 Gela (CL).

6.3.    Modalità presentazione: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara di cui al punto 5. del presente bando.

6.4.    Modalità procedura aggiudicazione: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara di cui al punto 5. del presente bando.

6.5.    Apertura offerte: prima seduta pubblica presso i locali del Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Gela, in Liquidazione, Zona Industriale - 93012 Gela (CL) alle ore 12.00 del giorno 30/10/2012; eventuale seconda seduta pubblica presso la medesima sede alle ore 11.00 del giorno che sarà comunicato ai concorrenti ammessi mediante avviso, con 5 (cinque) giorni di anticipo sulla data della seduta, sul sito internet della stazione appaltante www.asigela.it o a mezzo fax;

6.6.    L’amministrazione, a suo insindacabile giudizio, con provvedimento motivato, si riserva la facoltà di sospendere la seduta di gara ed aggiornarla ad altra ora od al giorno successivo, di non dar luogo all’aggiudicazione o di disporre l’annullamento della gara;

 

  1. SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE: nelle sedute di gara pubbliche, la facoltà di rilasciare dichiarazioni e di interloquire durante le operazioni di gara è riconosciuta esclusivamente ai legali rappresentanti dei concorrenti di cui al successivo punto 10, ovvero ai soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di specifica procura scritta loro conferita dai suddetti legali rappresentanti delle imprese concorrenti, previa autorizzazione dell’organo di gara.

 

  1. CAUZIONE: l’offerta dei concorrenti deve essere corredata di una cauzione provvisoria e dell’impegno di un fideiussore per il rilascio della garanzia fideiussoria, nella misura e nei modi previsti dall’articolo 75 del D.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e s.m.i.; nel caso di avvalimento la suddetta cauzione deve essere intestata al concorrente ed all’impresa ausiliaria. Nel caso di costituende A.T.I. la predetta polizza deve essere, a pena di esclusione, intestata a tutte le imprese facenti parte del raggruppamento e sottoscritta da tutti i rappresentanti legali delle imprese raggruppate.

 

  1. FINANZIAMENTO: la fornitura oggetto del presente appalto graverà sui fondi del Piano Sviluppo Rurale Sicilia 2007/2013, misura 124 “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale” di cui al D.D.G. n.987 del 26 aprile 2011 del Dipartimento Regionale degli Interventi Strutturali per l’Agricoltura, pubblicato sulla G.U.R.S. n. 22 del 20 maggio 2011.

 

  1. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA: i concorrenti di cui all’art. 34, comma 1, del D.lgs  12 aprile 2006, n. 163, costituiti da imprese singole di cui alle lettere a), b) e c), o da imprese riunite o consorziate di cui alle lettera d), e) ed f), o da imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell’articolo 37, comma 8 del D.lgs  12 aprile 2006, n. 163; nonché  le imprese che intendano avvalersi dei requisiti di altri soggetti ai sensi dell’art. 49 del D.lgs. 12 aprile 2006, n. 163.

 

  1. CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE PER LA PARTECIPAZIONE:

A) Iscrizione nei registri professionali (art. 39 D.lgs. 12 aprile 2006 n. 163)

I concorrenti, se cittadini italiani o di altro Stato membro residenti in Italia, devono autocertificare ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, l’iscrizione nel registro delle imprese tenuto dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura per attività analoga a quella oggetto del presente appalto. Si applica la disposizione dell’articolo 38, comma 3 del D.lgs. 12 aprile 2006, n. 163.

Per i concorrenti di altro Stato membro non residente in Italia, può provare la sua iscrizione, secondo le modalità vigenti nello Stato di residenza, in uno dei registri professionali o commerciali di cui all'allegato XI B del D.lgs. 12 aprile 2006 n. 163, mediante dichiarazione giurata o secondo le modalità vigenti nello Stato membro nel quale è stabilito.

I concorrenti appartenenti a Stati membri che non figurano nei citati allegati attestano, sotto la propria responsabilità, che il certificato prodotto è stato rilasciato da uno dei registri professionali o commerciali istituiti nel Paese in cui sono residenti.

B) Requisiti di capacità finanziaria ed economica.

La capacità economica finanziaria va dimostrata mediante dichiarazione concernente l’importo globale delle forniture e l’importo relativo alle forniture simili a quelle oggetto della gara cui si partecipa realizzati nel triennio antecedente l'anno in corso;

L’importo delle forniture simili a quelle oggetto della gara cui si partecipa realizzato nel triennio antecedente all’anno in corso dovrà essere, a pena di esclusione, almeno pari all’importo della fornitura, al netto dell’I.V.A. della gara medesima.

In caso di aggiudicazione la prova di quanto dichiarato dovrà essere dimostrata mediante certificazione rilasciata da Amministrazione o Enti Pubblici o da dichiarazione di Privati, documentazione civilistico-fiscale ed occorrendo, mediante bilanci o estratti di bilancio dell'impresa con particolare riferimento ai suoi allegati dai quali si possa evincere la veridicità di quanto dichiarato.

C) Requisiti di capacità tecnica e professionale.

La capacità tecnica professionale va dimostrata mediante:

1) elenco delle principali forniture prestate nel triennio antecedente l’anno in corso, con l’indicazione degli importi, delle date e dei destinatari pubblici o privati delle forniture stesse; in caso di aggiudicazione se trattasi di forniture effettuate a favore di Amministrazioni o Enti Pubblici, sono provati da certificati rilasciati e vistati dalle Amministrazioni o dagli Enti medesimi; se trattasi di forniture effettuate a privati, l’effettuazione effettiva della prestazione è dichiarata da questi o, in mancanza, dallo stesso concorrente, allegando a detta dichiarazione documentazione civilistica fiscale.

D) Certificazione Aziendale ISO 9001 o superiori.

Certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9000 e alla vigente normativa nazionale, rilasciata da soggetti accreditati ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000.

 

  1. TERMINE DI VALIDITA’ DELL’OFFERTA: 180 (centottanta) giorni dalla data di presentazione dell’offerta. Il committente, prima della scadenza del periodo di validità dell’offerta potrà chiedere un ulteriore estensione di validità per un periodo non superiore a 60 (sessanta) giorni. La Ditta che acconsentirà a tale richiesta non potrà modificare l’offerta.

 

  1. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: l’intera fornitura, sarà aggiudicata alla Ditta partecipante, che avrà presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa fino a 70/100 punti attribuiti alla parte tecnica e 30/100 attribuiti alla parte economica espressa in cifre ed in lettere alla seconda cifra decimale, sull’importo dell’appalto posto a base d’asta e soggetto a ribasso escluso I.V.A.

 

  1. VARIANTI: non sono ammesse offerte in variante.

 

  1. AVVERTENZE E PRESCRIZIONI - ALTRE INFORMAZIONI:

 

a)      Resta inteso che il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, anche di forza maggiore, lo stesso non giunga a destinazione entro il termine perentorio indicato al punto 6.1 del presente bando. Il plico chiuso dovrà essere appositamente sigillato e controfirmato dal legale rappresentante sui lembi di chiusura.

b)      Non è ammesso riferimento a documentazione prodotta in precedenza per la stipula di altri contratti e per la partecipazione ad altre gare o per qualsiasi altro fine.

c)      Le offerte o i documenti prodotti, compilati in contravvenzione della legge sul bollo, pur essendo validi a tutti gli effetti contrattuali, saranno soggette alle sanzioni previste dalle norme di leggi in vigore.

d)      Non sono ammesse offerte condizionate, o espresse in modo indeterminato con semplice riferimento ad altra offerta propria o di altri.

e)      Tutte le spese e gli oneri per la stipula del contratto che sarà redatto in forma pubblico-amministrativa sono a completo ed esclusivo carico della Ditta aggiudicataria nella misura fissata dalla legislazione in vigore, sono altresì a carico della Ditta aggiudicataria ogni eventuale onere connesso alla fornitura e comunque discendente dall’applicazione del presente bando.

f)       Tutti i documenti richiesti devono recare data di rilascio non anteriore a mesi sei da quella fissata per la gara e le certificazioni potranno essere sostituite, ai sensi del D.P.R. n. 444/2000 art. 45, da autocertificazioni senza obbligo di autentica di firma, accompagnate da valido documento di identità, riservandosi di produrre i certificati richiesti solo in sede di aggiudicazione della gara.

g)      Tutte le date indicate nelle certificazioni vanno riferite alla data fissata per lo svolgimento della gara.

h)      La gara sarà dichiarata deserta qualora non perverrà alcuna offerta valida. Si procederà all’aggiudicazione dell’appalto anche nel caso in cui sia pervenuta o sia rimasta in gara una sola offerta valida sempre che sia ritenuta congrua e conveniente.

i)        Non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei requisiti generali di cui all’articolo 38 del d.lgs  12 aprile 2006, n. 163.

j)        Nel caso siano presentate più offerte uguali fra loro, ed esse risultino le più vantaggiose, si procederà esclusivamente al sorteggio del primo e del secondo aggiudicatario, escludendo qualsiasi altro sistema di scelta. Il sorteggio verrà effettuato nella stessa seduta pubblica in cui sono stati individuati più aggiudicatari con offerte uguali;

k)      L’aggiudicatario deve prestare la garanzia fidejussoria definitiva nella misura e nei modi previsti dall’articolo 113, commi 1 e 2, del D.lgs. 12 aprile 2006, n. 163.

l)         Le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata.

m)    Nel caso di concorrenti costituiti ai sensi dell’art. 34, comma 1, lettere d), e) ed f), del D.lgs  12 aprile 2006 n. 163, i requisiti di cui al punto 11. del presente bando devono essere posseduti, nella misura minima del 60 % dell’appalto per la mandataria e nella misura minima del 20% per le mandanti. In ogni caso il raggruppamento deve possedere i requisiti per l’intero appalto (100 %). I raggruppamenti dovranno attenersi alle prescrizioni dell’art. 37 del D.lgs. 12 aprile 2006 n. 163.

n)      Gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato membro dell’Unione Europea, qualora espressi in altra valuta, dovranno essere convertiti in euro. I corrispettivi saranno pagati con le modalità previste dal capitolato speciale d’appalto.

  • Gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle vigenti leggi.

p)      I pagamenti relativi alle parti della fornitura svolti dal subappaltatore verranno effettuati dall’aggiudicatario che è obbligato a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato, copia delle fatture quietanzate con l’indicazione delle ritenute a garanzie effettuate.

q)      Responsabile del procedimento: Ing. Enrico Burgio, Dirigente del Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Gela, in Liquidazione, Zona Industriale - 93012 Gela (CL) – telefono 0933913480 fax 0933921483 - e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Informazioni o chiarimenti relativi alla gara potranno essere richiesti per iscritto al Responsabile del procedimento, fino a 10 gg antecedenti alla scadenza dei termini di presentazione dell’offerta. Le risposte alle informazioni e/o ai chiarimenti verranno rimesse entro 5 giorni lavorativi dalla data di inoltro della richiesta.

r)       Si avverte che, così come indicato nella circolare dell’Assessorato Lavori Pubblici n. 593 del 31/01/06:

- la stazione appaltante si riserva di acquisire sia preventivamente alla aggiudicazione dell’appalto, sia preventivamente all’autorizzazione dei sub-contratti di qualsiasi importo le informazioni del Prefetto ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. n. 252/98. Qualora il Prefetto attesti ai sensi e per gli effetti dell’art. 10 del D.P.R. n. 252/98, che nei soggetti interessati emergono elementi relativi e tentativi di infiltrazioni mafiosi, la stazione appaltante procede all’esclusione del soggetto risultato aggiudicatario avvero al divieto del sub-contratto;

- oltre ai casi in cui ope legis è previsto lo scioglimento del contratto di appalto, la stazione appaltante può recedere, in qualsiasi tempo, dal contratto, revocare la concessione o l’autorizzazione al sub-contratto, cottimo, nolo o fornitura al verificarsi dei presupposti stabiliti dall’art. 11, comma 3, del D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252;

 

16. ATTESTATO DI VERSAMENTO:

16.1      A pena di esclusione dalla gara, le Ditte partecipanti alla gara dovranno effettuare il versamento della somma di euro 20,00 (venti/00) a titolo di contribuzione a favore dell'Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici, relativamente alla presente gara d'appalto.

16.2      Il versamento dovrà essere effettuato mediante i modi stabiliti dalla legge: mediante versamento sul conto corrente postale n. 73582561, intestato a “AUT. CONTR. PUBB.” Via di Ripetta, 246 – 00186 ROMA (codice fiscale 97163520584).

16.3      A comprova dell’avvenuto pagamento, il partecipante dovrà allegare alla documentazione la ricevuta in originale del versamento ovvero fotocopia dello stesso corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di identità in corso di validità.

16.4      Gli estremi del versamento effettuato presso l’ufficio postale devono essere comunicati al sistema on-line di riscossione all’indirizzo http//riscossione.avlp.it mediante versamento on line collegandosi al portale web “Sistema di riscossione” all’indirizzo http//riscossione.avlp.it  e seguendo le istruzioni disponibili sul portale.

16.5      A comprova dell’avvenuto pagamento, il partecipante deve allegare all’offerta copia stampata dell’email di conferma, trasmessa dal sistema di riscossione.

16.6      I concorrenti dovranno indicare, nell'atto di pagamento, la propria denominazione ed il proprio Codice Fiscale, nonché riportare nella causale il seguente CIG 4462642 che identifica la procedura e il codice fiscale 82000750859 della stazione appaltante, nonché la dicitura “Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Gela, in Liquidazione.

 

  1. APPLICAZIONE DELLE NORME:

 Per quanto non espressamente previsto, stabilito e non in contrasto con il presente bando e suoi allegati, si fa riferimento alle disposizioni di legge e regolamenti vigenti in materia, nonché ad ogni altra norma di carattere generale, in quanto compatibile.

 

  1. TRATTAMENTO DATI PERSONALI: Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 e s.m.i., i dati forniti dai soggetti concorrenti saranno raccolti per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell’Amministrazione (procedimento di gara e della eventuale successiva stipula e gestione del contratto). I dati vengono trattati in modo lecito e corretto per il tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali sono raccolti e trattati: devono essere esatti, pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti e trattati. Al trattamento dei dati personali possono accedere anche soggetti esterni, pubblici o privati con i quali l’Amministrazione ha un rapporto di connessione, convenzione e/o contratto finalizzato all’espletamento della procedura di parte di essa. La comunicazione e/o diffusione della procedura è regolata dall’art. 19. L’interessato può far valere nei confronti dell’Amministrazione i diritti di cui all’art. 7 esercitato ai sensi degli artt. 8, 9 e 10 del D.Lgs. n. 196/2003 e s.m.i.

Il Responsabile della Stazione Appaltante

Ing. Enrico Burgio

Disciplinare di Gara (Scarica)

Dichiarazione Protocollo di legalità (Scarica)