Newsletter


Nome:

Email:

Chi è online

 19 visitatori online

Sei il visitatore n.



Archivio Notizie

Ecco le agevolazioni per potere acquistare i capannoni all'Asi PDF Stampa
Lunedì 25 Novembre 2013 10:45

Un momento di confronto con gli imprenditori insediati nelle aree industriali nissene e la commissione Attività Produttive dell'Ars per fare il punto sulle problematiche di carattere logistico, normativo e strutturale che interessano le aziende. Queste le ragioni della trasferta a Caltanissetta da parte della Commissione Ars presieduta dall'on. Bruno Marziano e tenutasi al mattino all'auditorium dell'Irsap di contrada Calderaro.
Tema principale dell'incontro, richiesto dall'on. Giancarlo Cancelleri di concerto con l'on. Giuseppe Arancio di Gela, la possibilità di acquisto da parte degli imprenditori dei capannoni di contrada Calderaro dall'istituenda Irsap. A tale proposito i parlamentari hanno rassicurato gli imprenditori spiegando che è stato approntato un apposito disegno di legge, il n. 467, che prevede in sostanza che gli imprenditori potranno acquistare i capannoni pagando una cifra relativamente bassa, ottenuta tra la differenza del valore dell'immobile ed i canoni di locazione sin'ora versati all'Asi. Il disegno di legge è stato già esitato in commissione bilancio ed entro la fine dell'anno sarà portato in aula. "Un provvedimento accolto molto positivamente dai titolari d'azienda, - ha dichiarato il componente della commissione Giancarlo Cancelleri- frutto lavoro portato avanti in maniera egregia e sinergica con il territorio".
Questioni di altra natura riguardano invece le imprese insediate nelle aree industriali di San Cataldo Scalo e Grottadacqua, dove si lamenta la mancanza dei servizi primari, come acqua, gas e rete internet, che potrebbero essere realizzati grazie alle opere di compensazione per il raddoppio della strada statale 640. "Carenti risultano essere ancora servizi primari -ha detto ancora l'on. Cancelleri- dalla distribuzione dell'energia elettrica non stabilizzata, alla mancanza di una linea internet veloce, il mancato allaccio alla rete del gas metano ed alla rete idrica. Gli imprenditori devono quindi affrontare costi molto eccessivi dovendosi rifornire in proprio con autobotti per l'acqua o acquistare grosse forniture di gas gpl per alimentare molti macchinari".
La proposta che hanno avanzato le imprese è quella di poter alloggiare delle apposite condutture mentre sono in corso i lavori per il raddoppio della nuova 640 realizzando i relativi allacci di acqua, linea elettrica, adsl. Sulla questione si attiverà già in queste ore ancora la commissione dell'Ars perchè le opere di compensazione sono già previste, ma saranno realmente attivate solo al completamento finale dell'opera.



Add this page to your favorite Social Bookmarking websites