Newsletter


Nome:

Email:

Chi è online

 142 visitatori online

Sei il visitatore n.



Archivio Notizie

Eni: accordo raggiunto con sindacati, Guidi “importante risultato” PDF Stampa
Venerdì 01 Agosto 2014 09:12

“Sono molto soddisfatta dell’importante risultato raggiunto. Grazie all’intesa siglata oggi e’ possibile riavviare un confronto tra le parti necessario per il funzionamento di siti significativi per il territorio, con la salvaguardia dei livelli occupazionali”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, commentando l’accordo raggiunto tra l’Eni e i sindacati nel corso della nuova riunione del tavolo da lei voluto, dopo la rottura delle trattative tra le parti che si e’ verificata al termine del lungo confronto di ieri sulla situazione dei siti industriali di Gela e Porto Marghera. Al termine del tavolo odierno, si legge in una nota del Mise, e’ stato firmato un verbale in cui le parti hanno ribadito la validita’ e l’importanza degli accordi sottoscritti nel 2013 e 2014 relativamente ai siti di Gela e Porto Marghera. L’Eni, prosegue la nota, ha illustrato uno scenario della raffinazione in Italia e in Europa in ulteriore peggioramento e in tale contesto ha predisposto un nuovo piano industriale per il rilancio e la riorganizzazione del sito di Gela. Ha inoltre confermato la realizzazione degli investimenti relativi alla seconda fase del progetto di riconversione della Green refinery di Porto Marghera nei tempi previsti dall’accordo e ha anche ribadito la strategicita’ del petrolchimico Versalis di Porto Marghera. Nel dettaglio, si legge nella nota del Mise, le parti avvieranno un confronto sulle prospettive strategiche del sito Eni di Gela che si sviluppera’ in incontri che coinvolgeranno tutte le strutture sindacali territoriali. Il confronto terminera’ entro la prima settimana di settembre.


Il tavolo di confronto nazionale presso il Ministero dello Sviluppo Economico verra’ nuovamente convocato entro il 15 settembre. Eni si e’ impegnata a riprendere immediatamente il processo manutentivo che garantira’ la conversazione degli impianti e il ripristino dell’efficienza operativa della linea 1 anche attraverso il coinvolgimento dell’indotto, nelle more che venga definito un progetto in grado di dare stabilita’ di lungo periodo al sito di Gela. Sul fronte Versalis, il gruppo petrolifero e le organizzazioni sindacali territoriali si attiveranno per valutare le problematiche legate all’Aia della CTE di Porto Marghera che oggi impediscono il riavvio previsto del cracking, per individuare le soluzioni, tecnicamente e economicamente compatibili, che consentono di superare tale criticita’. A fronte dell’auspicata condivisione del quadro industriale, il gruppo petrolifero e le organizzazioni sindacali, conclude la nota, avvieranno, a partire da settembre, il confronto per definire un nuovo protocollo di relazioni sindacali per la competitivita’ e lo sviluppo delle attivita’.

“Eni ha fatto un passo indietro ma la partita non e’ ancora chiusa. Bisogna dare ancora garanzie per il futuro ai tremila lavoratori diretti e dell’indotto di Gela e fare chiarezza sul piano industriale e sugli investimenti previsti per il Petrolchimico”. Lo dicono il segretario generale della Uil Sicilia, Claudio Barone, ed Emanuele Sorrentino della Uiltec Sicilia, commentando cosi’ il verbale siglato al Mise. “Eni ha preso atto – aggiunge Barone -, dopo la durissima presa di posizione di sindacati e lavoratori, che non puo’ decidere da sola il blocco degli impianti. E quindi ha garantito interventi di manutenzione che consentiranno alla raffinazione di potere ripartire. Adesso, come abbiamo piu’ volte richiesto, il Governo nazionale deve chiarire se vuole mantenere una quota di raffinazione nel nostro Paese o se si puo’ consentire ad Eni di investire principalmente all’estero. Assomineraria, comunque, prevede due miliardi di investimenti in prospezioni petrolifere in Sicilia. Per questo e’ logico mantenere capacita’ di raffinazione a bocca di pozzo anziche’ pensare di raffinare fuori dall’Isola”. (ITALPRESS)



Add this page to your favorite Social Bookmarking websites